Lunedì - Venerdì 8:30 - 13:00 / 15:00 - 19:30 - Sabato 08:30 - 13:00

.

SINTOMI DEPRESSIVI: COME RICONOSCERLI 

I casi di depressione sono in crescita in tutto il mondo tanto che si stima che nel 2030 possa diventare una delle malattie croniche più diffuse.

Si tratta di una malattia in cui si manifesta un disturbo dell'umore molto diffuso che condiziona la vita di chi ne soffre. Può esordire a qualunque età, ma più spesso tra i 20 e i 30 anni, e avere un andamento ricorrente. Colpisce più spesso le donne, questo principalmente a causa della maggiore esposizione alle fluttuazioni ormonali.

Secondo il manuale diagnostico americano adottato come riferimento internazionale per parlare di depressione è necessario che siano presenti almeno cinque dei seguenti sintomi, tra cui almeno uno dei primi due, in modo continuativo per due settimane:

Il Magnesio si presenta in natura come sale di magnesio èd è composto da una porzione acida che permette alla sostanza di essere trasportata nell'organismo.
Come per tutti i micronutrienti, anche nel caso del magnesio il modo migliore per soddisfare i fabbisogni quotidiani dell'organismo è garantirsi un'alimentazione varia. Tuttavia, in caso di carenze l'assunzione di magnesio può essere d'aiuto.
Le tipologie di integratori di magnesio sono molte, vediamo le più diffuse

Conoscete già l'Erisimo?
Avete mai utilizzato prodotti a base di questa pianta?
 
 
Sisymbrium officinale. 
Nomi comuni : erìsimo, sisembro, erba cornacchia, erba crocione, è una pianta spontanea anche nota come “erba dei cantanti” (dal greco: eruo=io salvo e oimos=il canto) utilizzata comunemente per problemi di afonia, da sola o in combinazione con altri preparati vegetali.
 

Probabilmente non è il primo pensiero che scatta nella mente di una donna che ha appena scoperto di essere incinta ma sicuramente è un tema per cui si interroga in un secondo momento. Tra i vari dubbi che si innescano nelle future mamme ci sono sicuramente anche quelli legati all’opportunità o meno di praticare attività fisica in dolce attesa. Abbiamo chiesto al Dott. Claudio Paganotti, specialista ginecologo dell’Istituto Clinico Città di Brescia, se fare sport con il pancione porta con sé benefici.

Ritenzione idrica e cellulite sono la stessa cosa?
NO!!
Tutto ha inizio con la ritenzione idrica che non è altro che un prezioso meccanismo regolatorio del nostro organismo atto a "diluire" e rendere meno dannose tossine presenti nel liquido extracellulare sottocutaneo.
Le tossine possono svilupparsi da abitudini di vita non corrette come fumo, abuso di bevande alcoliche, alimentazione non salutare (ricca di sale, fritti, insaccati..), stress, postura non corretta e sovrappeso.
Ma non è finita qui!

Sottocategorie