Lunedì - Venerdì 8:30 - 13:00 / 15:00 - 19:30 - Sabato 08:30 - 13:00

.

𝐋'𝐢𝐧𝐟𝐥𝐮𝐞𝐧𝐳𝐚 è una malattia provocata da virus influenzali (generalmente di tipo A,B e C) che infettano in maniera seria le vie aeree.

𝐋𝐞 𝐬𝐢𝐧𝐝𝐫𝐨𝐦𝐢 𝐢𝐧𝐟𝐥𝐮𝐞𝐧𝐳𝐚𝐥𝐢 sono diverse affezioni delle prime vie respiratorie, in genere di natura virale, che possono presentarsi con sintomi molto simili a quelli dell'influenza.

Durante il periodo dell’anno di massima circolazione dei virus influenzali (in Italia solitamente in autunno-inverno) possono contemporaneamente circolare molti altri virus che provocano affezioni del tutto indistinguibili, dal punto di vista clinico, dall'influenza. I più noti sono: Adenovirus, Rhinovirus (più di 110 varianti), orthomyxovirus, paramyxovirus

SINTOMATOLOGIA

Abbiamo detto che la sintomatologia è simile e consiste in:

  • MALESSERE GENERALIZZATO
  • BRIVIDI
  • DEBOLEZZA
  • FEBBRE
  • MAL DI TESTA
  • TOSSE
  • MAL DI GOLA
  • RAFFREDDORE

L'influenza si contraddistingue per un rialzo febbrile IMPORTANTE (>38°C) e soprattuto IMPROVVISO, le sindromi parainfluenzali sono generalmente più “mansuete” e meno durature.
Non sempre comunque è necessario fare una diagnosi esatta perché il trattamento, come per l’influenza, si basa principalmente sulla cura dei sintomi.

 COME DIFENDERCI:

  • Vaccino ( è bene chiarire che protegge solo e soltato dal virus influenzale  e non dai numerosi virus para-influenzali responsabili delle numerosi sindromi da raffreddamento che si verificano durante l’inverno)
  • Potenziamento del sistema immunitario (un integrazione con Vitamina C e Zinco aggiunta ad estratti naturali come Uncaria, la Tabebuia e l’Astragalo favoriscono le fisiologiche difese organiche)
  • Trattamento omeopatico
  • Igiene:
    • Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici)
    • Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce,
    • buttare i fazzoletti e lavarsi le mani)
    • Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili
    • specie in fase iniziale

Il rimedio ideale, essendo patologie che, in genere, si risolvono da sole, è quello di riposare il più possibile. Se la febbre è alta o se i sintomi impediscono il riposo, farmaci antipiretici come il paracetamolo e i Fans (Antinfiammatori), come l’acido acetilsalicilico, il naprossene e l’ibuprofene, possono alleviare la sintomatologia. In caso di necessità, la tosse può essere controllata con farmaci antitussivi.