Lunedì - Venerdì 8:30 - 13:00 / 15:00 - 19:30 - Sabato 08:30 - 13:00

.

L'endometriosi è una condizione spesso molto dolorosa che interessa circa il 10% delle donne e si verifica quando le cellule del rivestimento dell'utero migrano in altre parti del corpo, principalmente fuori dall'utero e dalle pelvi.
Si pensa che l'endometriosi sia causata da una combinazione di fattori genetici, fisiologici, immunitari e ambientali.
In effetti è stato rilevato che il rischio aumenta fino a 7 volte se la madre o la sorella della donna ne hanno sofferto ma comunque non tutte le donne con una storia  familiare di endometriosi svilupperanno la malattia.
Ricerche recenti suggeriscono che il sistema immunitario potrebbe influenzare notevolmente l'insorgenza e la gravità della malattia ma è un'area di ricerca emergente che solo in futuro ci potrà confermare se l'endometriosi è classificabile come malattia autoimmune.
Sappiamo che non esiste ad oggi una cura nota per l'endometriosi, che viene comunemente trattata con chirurgia, terapia ormonale e farmaci.

Quando si parla di dieta per l’endometriosi significa scegliere un regime alimentare che contribuirà in maniera determinante alla riduzione dei dolori e dell’infiammazione.

L’obiettivo del piano dietetico è quello di migliorare la risposta insulinica e la sintomatologia globale dell’endometriosi, attraverso la combinazione di cibi antifiammatori, disintossicanti e liberi di ormoni, noti per essere la benzina che fa avanzare la patologia.


🔸️Aumentare le fonti di Omega-3 (pesce grasso di piccola taglia, nocciole, noci, semi di lino). Infatti un aumentato consumo di acidi grassi omega 3 promuove la produzione della prostaglandina PGE1 che riduce il livello di infiammazione addominale determinato dalla endometriosi.

🔸️Diminuire le fonti di Omega-6 e grassi trans (margarina, carni e latticini da allevamenti intensivi non controllati per il loro alto contenuto di ormoni e antibiotici).
🔸️Limitare prodotti da forno, cibi industriali e preconfezionati
🔸️Limitare il glutine per contrastare la permeabilità e l'infiammazione intestinale. La dieta glutenfree si è infatti rilevata in grado di ridurre la sintomatologia dolorosa dei soggetti con endometriosi. Preferire cereali integrali: meglio se con poco glutine, abbassano il picco glicemico e contengono molte fibre.
🔸️Aumentare l'apporto di sostanze antinfiammatorie contenute nella frutta e nella verdura di stagione.

🔸️Evitare prodotti contenenti soia: (salsa di soia, tofu, seitan, edamame..) per il loro contenuto di fitoestrogeni.

🔸️Evitare caffeina e Alcol



Font:

-"L'alimentazione corretta nelle diverse patologie" di Sara Giannini e Martina Toschi
Tecniche Nuove

-Un sito completo e semplice che vi invitiamo a visitare http://www.endometriosi.it/

 

 

 
 Endometriosi 1